Imparare
Esplora
Valuta
Scopri
costruire
pensa

Composito a matrice ceramica

Panoramica sui compositi a matrice ceramica

Un composito a matrice ceramica (CMC) è costituito da fibre ceramiche integrate in una matrice ceramica. Un nome alternativo è ceramica fibrorinforzata in ceramica (CRFC). I tipi comuni di ceramica utilizzati sono la carboceramica, il carburo di silicio, l'allumina e la mullite. La lavorazione laser dei compositi a matrice ceramica può essere eseguita con un laser a fibra da 1,06 micron. La lavorazione laser dei compositi a matrice ceramica con un laser a CO2 da 9,3 o 10,6 micron non è fattibile, a causa dello scarso assorbimento del materiale ceramico a tali lunghezze d'onda. La marcatura laser può variare a seconda del tipo di ceramica di base utilizzato. In genere sui compositi a matrice ceramica non a base di carbonio apparirà un segno da grigio a marrone facilmente leggibile. Sui compositi a matrice ceramica a base di carbonio apparirà un segno grigio chiaro in contrasto con il materiale ceramico scuro. L'incisione o il taglio dei compositi a matrice ceramica è sconsigliato con laser da 9,3, 10,6 o 1,06 micron, poiché con tali lunghezze d'onda non si ottiene un'ablazione significativa del materiale.

Processi laser validi per il composito a matrice ceramica

Marcatura laser